24.4 C
Pescara
21 Settembre 2020
delfinonews.it
L'angolo del tifoso

Dal 1936 ad oggi: adesso tocca a noi

Meno ventiquattro.
L’ansia sale.
Finalmente tocca a noi. Palla al campo.
La giustizia sportiva potrebbe aver rilanciato una squadra calcisticamente a terra.
Boccata d’ossigeno e si va. Perché stavolta non si può sbagliare.
Il doppio confronto più importante dell’ultimo decennio.
Pescara-Perugia.
Due nobili compagini che ad inizio anno avrebbero sorriso nel pensare ad un simile scontro.
Ed invece sono lì: a soffrire, lottare, pregare.
E’ Sottil contro Oddo.
Il torinese che si gioca tutto.
Il pescarese che può far male al Pescara.
4-3-2-1 contro 4-3-2-1: guerra a specchio.
Torna Campagnaro, il professore. Tornano Galano e Pucciarelli alle spalle di Maniero.
Di fronte un Grifo zeppo di ex: Gyomber, Carraro, Capone e soprattutto Melchiorri.
Il peso offensivo degli umbri è davvero invidiabile.
Dietro però ballano ed il Pescara dovrà approfittarne.
Conteranno testa, cuore, gambe ed attributi in gara 1.
Conterà tutto.
Vincere sarebbe fondamentale per affrontare la trasferta con positività.
180 minuti di fuoco vero, vietati ai deboli di cuore.
Non è il tempo di puntare il dito, nessun processo. Non è il tempo di gettare la spugna.
E’ tempo di scendere in battaglia. L’occasione per rimediare.
L’opportunità che un’intera città merita.
Non saremo sugli spalti, ma saremo insieme a voi:
Orgogliosi della nostra storia, fieri del nostro Abruzzo, orgogliosi di essere Pescaresi.
PESCARA CALCIO!!!

#AB085PE