24.4 C
Pescara
21 Settembre 2020
delfinonews.it
Prima Squadra

Sottil: “Servono le forze di tutti, oggi dovevamo vincere e l’abbiamo fatto”

Le dichiarazioni di mister Sottil nel post Pescara – Perugia. Primo round ai biancazzurri:

La gara. “Nel primo tempo loro si schiacciavano molto, avevano una specie di 5-4-1. Noi l’abbiamo preparata per essere più veloce a far girare la palla. Eravamo un po’ frenati, non riuscivamo a trovare le geometrie giuste, poi è arrivato un gol che potevamo non prendere. I ragazzi sono stati bravi a rimanere in partita; questa è una squadra che fa belle giocate in allenamento, sono tornati fuori e hanno ribaltato la gara, complimenti ai ragazzi, ora bisogna ricaricare le batterie per il ‘secondo’ tempo”.

Sui playout. “Queste sono partite molto equilibrate, eravamo sotto 0-1 ma era fiducioso. La squadra è partita bene, ha trovato il pareggio e poi il raddoppio con altre azioni, gli ultimi 6 minuti di recupero abbiamo difeso bene nonostante la stanchezza. Abbiamo lavorato per quanto si poteva lavorare, sull’intensità, la velocità e hanno fatto bene tutti in mezzo al campo”.

Sistema di gioco. “Non me lo aspettavo dal Perugia questo assetto in campo, comunque non abbiamo subito tanto, a parte il gol che è arrivato da un lancio del portiere. Campagnaro l’ho apprezzato, io l’ho incrociato in campo anche da giocatore, gli mancava poco per fare gol. Complimenti alla sua prestazione”.

Sguardo a venerdì. “Adesso dobbiamo recuperare le energie e andare a Perugia per giocare il nostro secondo tempo. A Chievo non abbiamo giocato male, era una partita delicata. Questa squadra sa giocare a calcio, ho visto buone cose, e anche tanto ritmo, per me questo significa essere tambureggianti. La ricetta è sicuramente resettare perché non è ancora finita, oggi dovevamo uscire vincitori e l’abbiamo fatto. Adesso lo dobbiamo fare anche a Perugia. Non ci dobbiamo abbassare, questa è un po’ la partita da fare, spero di recuperare qualche giocatore: Crecco, Borrelli o Drudi, servono le forze di tutti anche 1 minuto.”

Un finale con due palloni. Non ho capito cosa sia successo perché stavo richiamando i miei giocatori. Non voglio fare polemica con gli arbitri ma c’era un rigore molto netto riguardo Gyomber che era già ammonito, se danno quei rigori a quei livelli, al massimo dei livelli del calcio, è una constatazione, va fischiato rigore, un rigore molto netto. Ci stiamo giocando la vita calcisticamente”.