3 C
Pescara
3 Marzo 2021
delfinonews.it
Settore Giovanile

Ma che bella Primavera: Pescara-Crotone 3-0!

Sfida d’alta quota al Delfino Training Center fra Pescara e Crotone, valevole per l’8^ giornata della Primavera 2. La spuntano gli uomini di Iervese, al termine di una gara vibrante e divertente. Il Delfino stacca proprio gli Squali in graduatoria, piazzandosi al secondo posto solitario a quota 14 punti.

PESCARA-CROTONE 3-0, il racconto del match:
La gara parte subito forte, ritmi alti da una parte all’altra. La prima occasione se la crea Maesano al 4′, il suo destro da buonissima posizione è sporco ed impreciso. Risponde subito Blanuta, lanciato a rete da De Marzo, Pasqua si oppone con sicurezza. Il Crotone non si scompone e prova a spingere: Palermo al 13′ sfiora l’incrocio dei pali con un bel tiro a giro di poco largo. Chiarella tenta di scuotere i biancazzurri con le sue fiammate improvvise, da una di esse nasce una bella occasione per Belloni, anticipato all’ultimo da un difensore rossoblù. Le due squadre attaccano ed allungano i reparti, si creano spazi potenzialmente pericolosi in ripartenza. Alla mezzora il match si sblocca: uno due fra Blanuta e Tringali, il numero 9 biancazzurro è cinico e letale dal limite dell’area. Palla nel sette ed 1-0 Pescara! Neanche il tempo di festeggiare, però, che Sorrentino è costretto agli straordinari con un bell’intervento ravvicinato su Timmoneri. Passato lo spavento, il Delfino si rigetta avanti con Chiarella: doppia occasione colossale a tu per tu con Pasqua, il suo mancino viene ribattuto per due volte dal portiere ospite. Belloni e De Marzo testano ancora i riflessi di Pasqua nel finale di frazione. Il Delfino rientra negli spogliatoi meritatamente in vantaggio.
Il secondo tempo si apre con una fase di studio, intensità minore rispetto ai ritmi forsennati dei primi quarantacinque. I calabresi spingono sporadicamente, il Pescara si difende con ordine. E’ soltanto al minuto 69′ che gli uomini di Durante si rendono davvero pericolosi col neoentrato Bilotta, pallone sull’esterno della rete. Sul capovolgimento di fronte ecco il raddoppio biancazzurro: Pedicone si distende sull’out mancino alla Fabio Grosso, vince due rimpalli e poi spacca la porta di potenza. 2-0! Partita chiusa? Macché! Bilotta si conquista il penalty appena un paio di minuti dopo, per un fallo ingenuo di Chiacchia. Sorrentino però è strepitoso ed ipnotizza Maesano dagli undici metri. Sospiro di sollievo e risultato invariato. Il subentrato Arlotti si cala bene nella parte ed a dieci minuti dal triplice fischio ubriaca Esposito costringendolo al doppio giallo. Crotone in dieci uomini. La gara s’incanala sui binari biancazzurri ed all’85’ arriva anche il tris: assist illuminante di Mercado per Caliò, freddo in diagonale ad infilare Pasqua. Al 90′ è ancora Mercado per Caliò, che stavolta centra il legno sfiorando il poker. Dopo quattro minuti di recupero, il direttor Di Marco pone fine al match. Una bella, bellissima Primavera. Solida, cinica e spensierata. Che sia di buon auspicio anche per la prima squadra?

TABELLINO:
PESCARA: Sorrentino, Staver, Pedicone, De Marzo, Chiacchia, Longobardi, Chiarella (Caliò 39′ s.t.) , Tringali (Kuqi 39′ s.t.), Blanuta (Arlotti 27′ s.t.), Mercado, Belloni. (Seck 39′ s.t.) Allenatore: Iervese Pierluigi.
A disposizione: Klan, Del Grco, Palmentieri, Madonna, Mancini, Dieye, D’Aloia.
CROTONE: Pasqua, Mignogna, Periti, Palermo, Spezzano, Amerise (Esposito 1′ s.t.), Gozzo (D’Andrea 30′ s.t.), Timmoneri, Maesano, Ranieri, Trotta (Bilotta 20′ s.t.). Allenatore: Durante Giuseppe.
A disposizione: D’Alterio, Nicotera, Lerose, Brescia, Simone, D’Andrea, Frustaglia, Torromino, Ferrucci.
Arbitro: Davide Di Marco. Assistenti: Fontemauro, Iacovacci
Marcatori: Blanuta 30′ p.t., Pedicone 25′ s.t., Caliò 40′ s.t.
Ammoniti: Tringali (P); Timmoneri (C)
Espulsi: Esposito (C)
Recupero: 1′ p.t. 4′ s.t.