3 C
Pescara
3 Marzo 2021
delfinonews.it
Prima Squadra

Breda: “Dobbiamo avere più personalità”

Mister Breda risponde con queste parole alle domande ricevute in merito alla sconfitta subita in casa contro il Venezia.

“Abbiamo fatto un primo tempo con paura, senza personalità e quasi rassegnati. Abbiamo perso i riferimenti della partita di Empoli; anche se nel secondo tempo qualcosina l’abbiamo fatto. Ma ciò non si è verificato perchè il Venezia ha fatto quello che voleva. Dobbiamo avere più personalità.

No, non credo di essere arrivato al capolinea, perchè ogni partita hai qualcosa di nuovo su coi lavorare, siamo stati fortunati a non prendere una valanga di gol. Il primo che deve dare di più sono io, ed insieme alla squadra dobbiamo uscire da questa situazione.

Non siamo sempre rassegnati, siamo rientrati al secondo tempo con la voglia di riaprirla, anche se abbiamo dei giocatori da recuperare. Quello che dico io è che dobbiamo mettere un po’ di personalità: se le idee le pensiamo ma non le facciamo non serve, sembra che appena abbiamo una pressione ci fermiamo. Noi dobbiamo tornare a fare poche cose e semplici in campo.

La palla deve arrivare sugli esterni ma noi siamo lenti, un po’ com’è successo nel secondo tempo quando abbiamo fatto qualcosina. Oggi Bellanova era un po’ più alto per fermare uno dei terzini del Venezia, e dall’altra parte eravamo leggermente più coperti. Da certi punti di vista non possiamo pensare da ultimi in classifica, come quando facciamo la manovra offensiva; non dobbiamo avere paura; l’ho detto anche ai giocatori, se dobbiamo morire almeno proviamoci.

A Odegaard non possiamo dargli le colpe perchè tutti stiamo facendo male. Adesso abbiamo Galano che è fuori, Ceter non sta bene, Giannetti è fuori, gli unici che hai disponibili oggi hanno giocato tutti. Non è questo il discorso, se vogliamo far arrivare la palla in avanti dobbiamo rischiare.

Al di là che non siamo partiti con una sola idea, ma con più idee, affinchè siamo più spensierati; non stiamo chiedendo cose impossibili, l’unica cosa è che le fai con giocatori diversi. Dobbiamo provare più alternative e fare qualcosa in più. Quello che abbiamo fatto dopo il trentesimo dobbiamo farlo per novanta minuti.

Eravamo morti con la Reggina, ma oggi è successo per mezz’ora. Uno cerca di guardare in avanti e cercare più soluzioni possibili.