4.8 C
Pescara
20 Aprile 2021
delfinonews.it
Settore Giovanile

Grassadonia: “Noi abbiamo una missione che dobbiamo portare a termine”

Ecco le parole di mister Grassadonia in seguito al pareggio con il Monza.

“Purtroppo è arrivato il pareggio ma io voglio vedere il bicchiere mezzo pieno. Adesso recuperiamo le energie fisiche, per ripartire le prossime settimane.

Come dico sempre il Pescara è una squadra accesa. Con Ascoli e Vicenza noi non ci siamo presentati. Non siamo in ritardo, mancano sei partite, bisogna lavorare, la squadra può migliorare e settimana prossima torneremo al lavoro.

Secondo me meritavamo la vittoria ma purtroppo abbiamo queste difficioltà nelle palle inattive, dobbiamo stare attenti; anche chi subentra, chi pensa di non giocare, il gruppo è fondamentale.

Galano lo valuteremo nei prossimi giorni, purtroppo ha avuto una brutta storta alla caviglia sana. Sui calci d’angolo eravamo partiti a zona ma oggi abbiamo marcato a uomo. Adesso dobbiamo crescere velocemente, non abbiamo tempo; purtroppo in queste situazioni abbiamo difficoltà, ma dobbiamo migliorare il prima possibile, con le buone o con le cattive.

Noi abbiamo una missione che dobbiamo portare a termine, più tempo stiamo assieme e più cresce la probabilità di raggiungere l’obiettivo. Adesso è importante recuperare, ringrazio il presidente e la società per tutto quello che hanno fatto per me e per i ragazzi in questi giorni. Adesso la squadra deve lavorare, non abbiamo tempo e dobbiamo continuare a crederci.

Ci mancano gli automatismi, ci mancano i tagli e quando saperli fare, ci mancano le letture e le sovrapposizioni. Dobbiamo giocare ogni partita come una finale secca. Ad esempio Bellanova ha stretto i denti nonostante non era al meglio, Maistro non era al 100% e Machin ha fatto quello che doveva fare. Forse con maggiore cattiveria l’episodio lo potevamo portare dalla nostra parte, ma io guardo il bicchiere mezzo pieno anche se la classifica non mi piace.

La partita di Vicenza non ci siamo presentati, avevamo paura di giocare e abbiamo subito troppo. Come la settimana scorsa ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti quello che dovevamo fare. Sabato diventerà per noi la partita più importante come lo sono le altre.

Noi lavoriamo a ritmi altisisimi, ecco perchè la squadra ne ha sofferto, e adesso piano piano la squadra ne sta uscendo. Sabato abbiamo un’altra partita molto importante.”