4.8 C
Pescara
20 Aprile 2021
delfinonews.it
Prima Squadra

Monza-Pescara 1-1: le pagelle dei biancazzurri

Un punto importante in terra lombarda. Queste le pagelle dei biancazzurri:

FIORILLO 6+incolpevole sul gol del Monza. Può poco anche sulle altre conclusioni a rete. Tranne sulla punizione di Colpani, dove si fa trovare preparato.

BELLANOVA 6parte bene, un paio di sgroppate sulla fascia. Si addormenta al 9′ quando Diaw lo grazia. Non una delle sue migliori prestazioni, ma da un suo cross nasce il gol del pareggio (80′ GUTH s.v.)

SORENSEN 6.5: l‘attacco biancorosso lo punzecchia a più riprese, risponde presente con coraggio. Questo, sì, è un difensore utile alla causa. 

SCOGNAMIGLIO 6-va in affanno su qualche affondo locale. Controlla con esperienza le sfuriate di Diaw e compagni. 

MASCIANGELO 6: salva un paio di volte il risultato con interventi provvidenziali; si perde Frattesi in marcatura nell’occasione del vantaggio lombardo. Nella ripresa è più preciso ed intraprendente, procurando un paio di ghiotte occasioni. 

DESSENA 6: cerca di dare il suo apporto, anche se a volte appare in ombra. Cresce a vista d’occhio nel secondo tempo. La solita garra.

BUSELLATO 5.5gara sporca per lui. Mantiene l’equilibrio fra i reparti ma partecipa poco alla manovra biancazzurra.

MACHIN 6+: è la gara dell’ex; parte con il piglio giusto. Abbina qualità e quantità, cercando spesso la giocata in verticale (80′ L. FERNANDES s.v.)

GALANO s.v. 
sfortunato, si fa male nei primissimi minuti (13′ VOKIC 6: ci mette un po’ a carburare. Con un lampo improvviso spolvera la parte alta della traversa. Nella ripresa partecipa maggiormente al gioco. )

ODGAARD 5.5
avversario ostico, sgomita come può, senza rendersi troppo pericoloso. I compagni lo accompagnano poco e spesso si ritrova da solo a fare la guerra con Pirola e Paletta. (65′ CETER 7: prima sfiora il gol di testa, poi punisce l’errore di Pirola. Nel finale per poco non centra l’eurogol. E’ tornato Ceter.)

CAPONE 6.5 : vuole ripagare Grassadonia, l’approccio è quello giusto. Il palo gli dice subito di no. Poco dopo scalda i guanti di Di Gregorio. Uno dei migliori dei suoi (80′ MAISTRO s.v.)

GRASSADONIA 6.5prepara bene la partita, puntando ancora sul 4-3-3. Buona gestione della gara con i cambi, azzeccando la carta Ceter. L’impressione è che il mister abbia ben in mano la situazione. E’ questo un fattore che fa ben sperare per il proseguo del campionato.