16.4 C
Pescara
15 Maggio 2021
delfinonews.it
Prima Squadra

Vittoria d’orgoglio: Pescara batte Reggiana 1-0

La squadra di Grassadonia rimanda la retrocessione in Serie C battendo la Reggiana 1-0 grazie al gol di Capone in avvio di match.

PESCARA – Nel match valevole per la trentaseiesima giornata del campionato di Serie B 2020/2021 il Pescara batte 1-0 la Reggiana rimandando la retrocessione in Serie C. Decisiva la rete di Capone in avvio di partita per il successo della squadra di Grassadonia. Con questa vittoria, dunque, il Delfino resta in penultima posizione con 32 punti (-2 dalla Reggiana, -3 dal Cosenza, -9 dall’Ascoli) mentre gli emiliani restano al terzultimo posto con 34 punti.

IL RACCONTO DEL MATCH

Per quanto concerne il capitolo formazioni 4-3-3 per il Pescara con il tridente offensivo composto da Vokic, Odgaard e Capone mentre la Reggiana risponde col 4-2-3-1 con Siligardi, Laribi e Radrezza alle spalle di Kargbo.

Pronti, via e dopo otto minuti il Pescara passa in vantaggio con Capone che, servito da Vokic, controlla e calcia rasoterra battendo Venturi, 1-0. Al 16′ arriva la reazione della Reggiana con un’azione di contropiede che porta al tiro a giro Laribi ma Fiorillo si oppone deviando in corner. Poco più tardi altra chance per gli emiliani con Kargbo che, su cross di Kirwan, colpisce malissimo da ottima posizione. Col passare dei minuti i ritmi si abbassano ma al 39′ la Reggiana torna a farsi vedere con Laribi che scambia con Kargbo e calcia trovando nuovamente la respinta di Fiorillo.

Nella ripresa comincia meglio il Pescara che si fa vedere più volte nella metà campo emiliana. Dopo un’ora di gioco doppio cambio nella Reggiana con Alvini che manda in campo Zamparo e Cambiaghi al posto di Siligardi e Laribi. Passano sessanta secondi e gli ospiti vanno ad un passo dal pareggio con Kargbo che sfrutta un rimpallo e calcia colpendo il palo. Grassadonia risponde subito mandando in campo Masciangelo, Giannetti e Ceter. Al 74′ torna a farsi vedere la squadra emiliana sempre con Kargbo che, dall’interno dell’area, controlla e calcia ma Fiorillo risponde presente. Nel finale Alvini manda in campo anche Ardemagni ma non accade più nulla. Il Pescara vince e rimana la retrocessione in Serie C, nel prossimo turno il Delfino giocherà in casa della Cremonese.

PESCARA-REGGIANA 1-0 (1-0)

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Guth, Volta, Scognamiglio, Nzita (78′ Sorensen); Omeonga, Valdifiori, Machìn; Vokic (65′ Masciangelo), Odgaard (69′ Giannetti), Capone (69′ Ceter). A disposizione: Sorrentino, Sorensen, Riccardi, Galano, Ceter, Masciangelo, Giannetti. Allenatore: Grassadonia

REGGIANA (4-2-3-1): Venturi; Kirwan (77′ Ardemagni), Ajeti, Rozzio, Gyamfi (70′ Lunetta); Rossi, Varone (77′ Pezzella); Siligardi (59′ Zamparo), Laribi (60′ Cambiaghi), Radrezza; Kargbo. A disposizione: Cerofolini, Martinelli, Libutti, Espeche, Zampano, Pezzella, Muratore, Zamparo, Lunetta, Ardemagni, Cambiaghi. Allenatore: Alvini

RETI: 8′ Capone (P)

AMMONIZIONI: Valdifiori, Odgaard, Machin (P), Gyamfi (R)

ESPULSIONI: //

RECUPERO: 1′ nel primo tempo, 4′ nel secondo tempo

STADIO: Adriatico